motivi LCA

4 MOTIVI PER CUI CONVIENE FARE LCA

La metodologia LCA permette di quantificare gli impatti ambientali di un prodotto lungo il suo intero ciclo di vita, dalla culla alla tomba (o dalla culla alla culla, nel caso di prodotti pensati in ottica di economia circolare). I vantaggi sono molteplici: vediamoli insieme.


CAPIRE DOVE SI PUÒ MIGLIORARE, MA CON DATI OGGETTIVI
L’analisi puntuale degli impatti lungo la filiera permette di comprendere in dettaglio quali siano le fasi maggiormente critiche consentendo così l’adozione di interventi specifici in grado di migliorare le prestazioni nel tempo.
Barilla, per esempio, con l’analisi della pasta di semola ha scoperto che la maggior parte degli impatti del prodotto erano generati durante la fase agricola. Da qui, oltre 10 anni fa, è nato il progetto Sustainable Farming che tra gli obiettivi include quello di rendere più sostenibile la coltivazione del grano duro. Leggi il caso studio:BARILLA (eng).

ANDARE VERSO L’ECONOMIA CIRCOLARE
Oltre a supportare la modifica dei processi produttivi, i risultati di uno studio LCA possono profondamente influenzare le scelte di progettazione (o ri-progettazione) dei prodotti stessi.
È questa la base dell’attività di ecodesign che mira a garantire già “dai disegni” la una gestione ottimale di alcune caratteristiche ambientali del prodotto: ad esempio la sua durabilità e la riciclabilità a fine vita. Leggi il caso studio: GIRO

COMUNICARE IN MODO CORRETTO
Come abbiamo visto qui la comunicazione ambientale è regolata a livello internazionale da specifiche norme che mirano a garantire i principi di corretta competizione. In altre parole: chi comunica informazioni scorrette o incomplete sulle prestazioni ambientali dei propri prodotti, rischia di essere sanzionato. Con pesanti ripercussioni in termini di reputazione aziendale.
I risultati di uno studio LCA sono verificabili e basati su solide basi scientifiche: per questo motivo costituiscono un’ottima base per la creazione di claim ambientali.

CONFRONTARSI CON SÉ STESSI O CON ALTRI
Un altro grande vantaggio è la possibilità di effettuare dei confronti tra gli impatti ambientali di diversi prodotti o servizi per supportare le politiche di acquisto di consumatori, aziende o pubblica amministrazione. Proprio la pubblica amministrazione, il più grande acquirente in termini di volumi, rappresenta un caso di interesse: sono sempre di più i bandi di appalto che stanno inserendo tra i punteggi anche considerazioni di matrice ambientale, in particolare relative alla carbon footprint.
La cosa importante è che i prodotti confrontati siano equivalenti: a supporto di questo si può far riferimento alle cosiddette Product Category Rules su cui si basano le EPD.

Non sai ancora se uno studio LCA è quello che ti serve? Prendi un caffè con i nostri esperti: info@lcengineering.eu